Rifugio Stellina

clicca sulla mappa schematica con i possibili percorsi per raggiungere il rifugio Stellina per ottenerne l'ingrandimento

 

Sorvegliato dalla maestosa vetta del Rocciamelone con i suoi passi di Novalesa e Marmottere, il rifugio "Stellina" fa da "padrone" su questa Punta Carolei, parte integrante di un ambiente ancora selvaggio.

Il nome Stellina è per ricordare l'omonima divisione partigiana che, guidata dal comandante Giulio Bolaffi (Aldo Laghi), su questi monti si distinse per la lotta per i diritti di libertà giustizia e democrazia.

Questo rifugio si trova a 2610 metri s.l.m. ed è stato costruito dai volontari di Novalesa su di un costone panoramico da dove con lo sguardo si abbraccia tutta la Valcenischia, dove si ammirano i colori di una meravigliosa fioritura dell'ambiebte alpino, dove si respira quell'aria pura e fresca con il suo delicato odore di neve.
Ancora più spettacolare è contemplare il tramonto sul Moncenisio con il suo gioco di tinte a forti colori rossastri mentre alle spalle troneggia la mole selvaggia del Rocciamelone, la punta Tour, il Mont Lamet ed il fondovalle si trasforma in una fantastica ragnatela di luci.

E' un invito a salire fin lassù ad ammirare quest'area montana di grande bellezza, dove soltanto la montagna sa regalare quella quiete e tranquillità che ognuno di noi vorrebbe trovare.

Dotato di 25 posti letto, cucina e servizi, lo Stellina è tappa ideale per un'ascensione al Rocciamelone, raggiungibile attraverso Punta Marmottere (3384 m.) oppure da Passo Novalesa (3238 m.).
Questi sentieri sono segnalati da omini in pietra e da opportuni segni indicatori sui massi.

 Il rifugio non è raggiungibile nel periodo invernale per pericolo caduta valanghe, ma diventa un'ottima gita escursionistica nel periodo primaverile fino all'autunno inoltrato.

Nella parte alta della pagina trovate lo schema semplificato dei possibili percorsi

 clicca sull'immagine del rifugio per ottenere l'ingrandimento

 
RIFUGIO STELLINA



Proprietà: Comune di Novalesa
Località: Punta Carolei (ai piedi del Rocciamelone)
Apertura e gestione: il rifugio è aperto tutto l'anno, custodito da metà luglio a fine agosto e in alcuni fine settimana
Capacità: 25 posti letto
Energia: tramite sistema fotovoltaico, acqua di cisterna non potabile e riscaldamento con stufe
Telefono: 0122-653333 Comune, oppure 3487932330 Rifugio
Vie d'accesso: da Novalesa in 5 ore, percorrendo la pista forestale Prapiano (1.800 m.) e quindi all'alpeggio Carolei (2.080 m.); una via d'accesso più agevole, prevede il percorso della pista Moncenisio-AlpeTour (2.126 m.) denominato "Sentiero dei 2000" che inizia dopo la dogana francese sulla strada nazionale del Moncenisio. Giunti all'alpeggio si raggiunge il rifugio in 1h e 30

Per maggiori informazioni contattaci


Inoltre, presso il nostro negozio, potrete trovare dettagliate mappe, guide e cartine.