Novalesa le sue Cascate e l'Arte Rupestre

Novalesa

Al centro della Val Cenischia, a 828 metri s.l.m., sorge Novalesa.
Il nome di Novalesa compare per la prima volta nel 726 quando Abbone, governatore della Moriana e di Susa, fondò l'Abbazia per la cura agli infermi e l'assistenza ai pellegrini che in quel periodo transitavano lungo la strada di Francia.
La storia e lo sviluppo di Novalesa dopo i primi secoli di vita vissuti all'ombra del grande monastero, furono strettamente legati alla presenza della strada che, risalendo il corso della Dora Riparia prima e del torrente Cenischia poi, valicava le Alpi sul colle del Moncenisio. La sosta era obbligatoria, bisognava assoldare i marron, smontare le carrozze, aspettare che il tempo permettesse il viaggio di attraversata del valico.
Lo sviluppo del commercio e del traffico lungo questa strada vide l'economia della Novalesa svilupparsi ed incrementarsi fino a quando, in epoca napoleonica, fu costruito un nuovo tracciato di strada verso la Francia, che escludeva la val Cenischia e quindi Novalesa.

Questo isolamento ha però permesso a questo piccolo borgo di mantenere nel tempo tutte le sue caratteristiche e le sue tradizioni.

Oggi è luogo di villeggiatura, attorniata da splendide montagne ed immersa nel verde, a 828 m s.l.m., è luogo ideale per soggiornare durante tutti i periodi dell'anno.

 

Le Cascate

Novalesa è attorniata da numerose cascate.

La principale e la più spettacolare è la cascata del rio Claretto, con un salto di oltre 100 mt.
Cliccate sulla foto di sinistra, guardate l'ingrandimento e fate un confronto tra il salto della cascata e le dimensioni della persona che si trova nel prato sottostante!!

Altre spettacolari cascate sono quelle che vedete nelle foto di questa pagina; i loro nomi sono:

  • cascata del rio Marderello,
  • cascata del torrente Cenischia
  • cascata del rio Bar.


Da una certa posizione la roccia sopra la cascata del rio Marderello sembra la testa di un indiano pellerossa.
Cliccate sulla foto per ottenerne l'ingrandimento

 

fotografia della cascata del rio Marderello di Novalesa le cui rocce sembrano raffigurare il volto di un indiano

 

 

 

 

 

 

 

 

Per essere accompagnati alla visita delle cascate, contattaci

 

 

clicca sulla fotografia della cascata Claretto di Novalesa per ottenerne l'ingrandimento clicca sulla fotografia della cascata del rio Marderello di Novalesa per ottenerne l'ingrandimento

clicca sulla fotografia della cascata del rio Bar di Novalesa per ottenerne l'ingrandimento clicca sulla fotografia della cascata Cenischia di Novalesa per ottenerne l'ingrandimento

 

Arte Rupestre

 

Il reperto che potete vedere nelle immagini di questa pagina è  poco conosciuto ma di estremo interesse (GRCM, 1988).

 

 clicca sull'immagine raffigurante un reperto di arte rupestre per ottenerne l'ingrandimento La faccia incisa costituisce una piccola parte, di forma a spicchio, di una roccia isolata circondata dal pascolo.
L'incisione non è immediatamente visibile nella sua complessità: si presenta infatti consumata e con pareti a debole inclinazione. Si distinguono però quattro cerchi concentrici con coppellina centrale, che dopo un attento esame si rivelano essere circondati da un complesso recinto di canaletti e da venti coppelle, non tutte toccate dai canaletti, e presenti unicamente nella parte superiore. E' una tipologia al momento unica in zona, mentre nelle sue vicinanze sono presenti altre due rocce recanti ciascuna, su superficie pianeggiante, una ventina di coppelle regolari.


clicca sull'immagine raffigurante un reperto di arte rupestre per ottenerne l'ingrandimentoclicca sull'immagine raffigurante un reperto di arte rupestre per ottenerne l'ingrandimento

Se volete visitare il luogo nel quale si trova questo reperto contattaci

 

Nel negozio è inoltre possibile trovare libri ed altro materiale informativo sul territorio.

Visita anche la sezione dedicata ai Libri tematici